Due giorni fa, a Bologna, si è concluso il Buy Wedding Italy, evento annuale dedicato al settore matrimoni per stranieri in Italia.

30 erano le delegazioni di buyer esteri presenti, provenienti da Usa, Russia, Inghilterra, Francia, Svizzera, Olanda, Germania, Iran e Kuwait, a conferma che il mercato dei matrimoni di stranieri nel nostro paese è costantemente in crescita.

I dati ufficiali verranno resi noti a febbraio 2019, ma, da ciò che è stato rilevato finora, si evince che c’è un aumento generale di matrimoni del 5%, soprattutto da paesi extra-europei, come Cina, Russia e Sudamerica. Nello specifico, la crescita interessa anche la nostra regione.

La Puglia, infatti, insieme alla Sicilia, risulta una delle wedding destination più amate dagli stranieri, in modo particolare da coloro che arrivano dagli USA, dal Regno Unito e dall’Australia.

Nel 43% dei casi le unioni degli sposi stranieri avvengono nel centro Italia e vanno a cercare quelle tradizioni gastronomiche e culturali che affascinano il pubblico estero.

La bellezza dei paesaggi, il connubio di mare e monti, la grande varietà di prodotti e piatti tipici risultano valori aggiunti per coloro che sognano di convolare a nozze nel “Belpaese”.

Ora la sfida italiana sta nel costruire una filiera solida e sempre più efficace per accogliere questa crescente richiesta degli sposi stranieri, promuovendo una collaborazione inevitabile tra i vari professionisti del settore per far sì che questa preferenza per l’Italia diventi ancora più evidente.

Anche noi, nella Capitanata, speriamo di arrivare al cuore degli sposi di tutto il mondo, cercando di offrire loro una location da sogno nella quale vivere la propria favola insieme ad amici e familiari, anche a migliaia di chilometri da casa.