Al fianco di ogni sposa, nel giorno delle nozze, ci sono figure importanti, le damigelle d’onore.

Il loro delicato compito è quello di “scortare” la sposa all’altare e rimanerle accanto durante tutta la cerimonia, testimoni delle promesse nuziali dei futuri moglie e marito.

C’è ovviamente una parte del galateo del matrimonio dedicata proprio a queste figure, allo stile da adottare e al comportamento da tenere.

Iniziamo dal look. Il vestito delle damigelle non deve mai surclassare in eleganza quello della sposa ed è preferibile che sia di colore pastello. Perfette le tonalità che si accostino al rosa, lilla, azzurro, verde chiaro. La scelta del colore e dello stile sarà ovviamente collegata al tema del matrimonio e al look della sposa.

Anche il nero, recentemente, è molto di tendenza per i vestiti delle damigelle. È indubbio che questo colore sia uno dei più eleganti, soprattutto se parliamo di un vestito lungo e raffinato. Ed è inoltre perfetto per matrimoni serali o per creare un contrasto all’altare tra i colori chiari della sposa e le tonalità più scure delle damigelle. E poi basta usare gli accessori giusti per dare un tocco più chiaro, come un piccolo bouquet che richiami il vestito della sposa.

Le damigelle possono anche scegliere colori diversi per i propri vestiti, senza omologarsi le une alle altre, creando così una scala cromatica di sicuro effetto.

Per quanto riguarda, invece, l’ingresso in chiesa e il comportamento delle damigelle, il galateo prevede che esse seguano la sposa lungo la navata, aiutandola con il velo nel caso sia presente e particolarmente lungo. Se si vuole, però, cambiare la prassi si può anche decidere di far entrare prima le damigelle, magari con una musica diversa dalla marcia nuziale, o farne entrare alcune prima e alcune dopo la sposa.

Il risultato, in tutti i casi, sarà spettacolare, sia dal punto di vista cromatico, sia dal punto di vista emotivo.

La figura della damigella è tipica delle cerimonie che si svolgono in Inghilterra e in America ed è un modo per dare un ruolo ad amiche strette, sorelle o cugine. Tuttavia è un’usanza che interessa sempre più anche il nostro paese, dato che viene data la possibilità di offrire un ruolo più importante a più persone senza preoccuparsi di fare un torto a qualcuno scegliendo una sola testimone di nozze.