Tra le tante tendenze che stanno prendendo piede grazie alla tecnologia si sta registrando un particolare aumento di cerimonie in streaming.

Capita che la distanza, gli impegni e le condizioni lavorative ed economiche o addirittura le condizioni di salute impediscano ad amici e parenti di presenziare a momenti importanti della propria vita, ma non per questo si deve rinunciare a condividere tali occasioni.

La soluzione la fornisce la sempre più presente tecnologia, appunto, che offre la possibilità di seguire eventi e cerimonie comodamente seduti davanti al computer o al proprio dispositivo attraverso lo streaming.

Basta, infatti, procurarsi una telecamera senza fili e una connessione ad alta velocità per annullare le distanze e trasmettere in diretta matrimoni, lauree, unioni civili e quanto accade di importante e solenne nella vostra vita.

È una moda che sta prendendo piede in tutta Italia, tanto che proprio in Puglia l’amministrazione comunale di Bari ha da poco stanziato un budget per l’acquisto dell’attrezzatura necessaria per filmare i matrimoni civili e trasmetterli, su richiesta degli sposi, sul canale Youtube del comune.

È una strategia funzionale anche ad incrementare i matrimoni di coppie straniere nella nostra regione, che spesso non possono essere raggiunti da tutti i familiari, ma possono essere seguiti online. Ai futuri sposi è consentito in questo modo scegliere un paese lontano a cuor leggero, completamente liberi da condizionamenti familiari, fiduciosi nell’aiuto della tecnologia, che, anche a chilometri di distanza, permetterebbe la condivisione del fatidico sì.

In tutta Italia, già nelle più note università si trasmette in tutto il mondo e dall’altra parte dello schermo ci sono nonne, zie e parenti orgogliosi e felici di poter assistere ad occasioni così importanti e spesso uniche.

Che dire? Sebbene la tecnologia si stia davvero insinuando in qualsiasi ambito sociale, dobbiamo ammettere che in questi casi è davvero utile ed è piacevole poterne approfittare per non perdere tappe di vita davvero significative.

Fonte: http://www.tg3.rai.it