Il mondo del wedding è in continuo movimento ed in continua evoluzione, tanto che anno dopo anno si susseguono novità relative a stili, allestimenti, abiti e dettagli fondamentali come i servizi fotografici.

Oggi parliamo proprio di una delle tendenze più recenti che accomuna due concetti considerati fino a poco fa inconciliabili, ovvero reportage e matrimonio.

Negli ultimi anni si sono sviluppati, infatti, nuovi modi di immortalare una cerimonia, ben diversi dalle classiche foto in posa con parenti e amici, ma caratterizzati dall’intento di raccontare un evento, un momento fondamentale della vita in maniera naturale e spontanea, utilizzando le tecniche fotogiornalistiche del reportage.

Gli sposi ora vengono immortalati in movimento, vengono fissati nel tempo espressioni, sorrisi, momenti di commozione, abbracci, baci, vengono catturati gli istanti.

L’obiettivo di un reportage di matrimonio, infatti, è cogliere l’attimo. Il fotografo, in questo caso, scompare quasi durante la cerimonia, o meglio si mischia con gli ospiti senza dare nell’occhio e scatta, bloccando le emozioni più spontanee.

La tecnica del reportage permette al fotografo di raccontare una storia spontaneamente, immortalando l’istante, con tanti scatti che possano davvero racchiudere tutta la gamma di emozioni che un’occasione speciale fa scaturire. E la sua bravura sta nel diventare quasi un’ombra per gli sposi, qualcosa che c’è, agisce, ma non dà modo di far notare troppo la sua presenza.

Sempre più spesso le giovani coppie scelgono questo stile fotografico per immortalare il proprio matrimonio, puntando sulla ricerca dell’autenticità, così che, osservando le immagini anche anni dopo, si avrà modo di rivivere quelle sensazioni provate durante le nozze.

Il reportage di matrimonio è una tecnica che sta prendendo sempre più spazio nel mondo del wedding anche per la sua capacità di fornire un prodotto di qualità maggiore, più difficile da realizzare, ma di impatto più forte.

Che ve ne pare? Questa tecnica potrebbe adattarsi alla vostra idea di matrimonio?

Fateci sapere la vostra opinione.