La Puglia è una delle regioni italiane più legata alle proprie tradizioni, in tutti gli ambiti, e soprattutto quando si tratta di convolare a nozze.

Il matrimonio è ancora considerato un “valore supremo” e ci si incammina verso una vita insieme con la consapevolezza e la speranza che accada una volta sola e sia per sempre. Ecco perché si cerca di rispettare tutte le usanze conosciute, prima e dopo la cerimonia.

Una delle pratiche più simpatiche e divertenti prima delle nozze, per esempio, è la serenata, evento durante il quale lo sposo si reca con un gruppo di amici, parenti e musicisti sotto casa della sua promessa sposa per farle una vera e propria dichiarazione d’amore, recitata o cantata. Si crea un momento goliardico e romantico al tempo stesso.

Sempre in fase di preparazione delle nozze, la tradizione vorrebbe che gli inviti fossero consegnati a mano dai futuri sposi, casa per casa, ricorrendo all’invio per posta solo in caso di parenti e amici molto lontani. Ovviamente oggi questa pratica è diventata più complicata visti i ritmi frenetici di vita, che spesso ci obbligano a dover ottimizzare i tempi e spersonalizzare la consegna della partecipazione di matrimonio.

Il vestito della sposa dovrebbe essere regalato dalla suocera, ma spesso le giovani donne preferiscono che sia la propria madre ad acquistarlo così che il dono ricevuto dalle suocere è perlopiù un gioiello. Ma sempre la suocera, insieme al marito, o a fratelli e sorelle dello sposo, ha il compito di consegnare il bouquet alla sposa, recandosi a casa di quest’ultima e facendosi fotografare insieme a lei prima di andare in chiesa.

Ancora, la sposa esce da casa sottobraccio al padre e taglia un nastro sulla porta, a simboleggiare il cambiamento della propria vita e l’inizio di una nuova avventura. Si avvia successivamente verso la location scelta per la cerimonia, che se è vicina può essere raggiunta anche a piedi con il corteo di invitati al seguito.

Rispettate queste tradizioni pre-matrimoniali, finalmente ci si trova di fronte al proprio partner pronti a pronunciare quel fatidico sì!

E voi avete rispettato queste usanze? O ne conoscete altre? Fatecelo sapere…