Le donne indossano spesso un cappello nelle occasioni ufficiali o durante le cerimonie.

In passato sugli inviti compariva la locuzione "en chapeau" ovvero "signore con cappello" e l'indicazione non poteva essere equivocata.

Nel caso dell'evento che ci riguarda da vicino, il matrimonio, è bene sapere che questo accessorio, da galateo, può essere indossato dalle invitate solo nel caso in cui sia la sposa stessa a farne sfoggio o in alternativa la mamma della sposa.

Se entrambe non sono interessate al copricapo le invitate dovranno rinunciare ad indossarlo.

Dal momento che abbiamo accennato alle buone maniere, diamo qualche altra breve indicazione su come "muoversi" col cappello.

I matrimoni, per essere en chapeau devono svolgersi di giorno o nel caso delle più lunghe giornate estive, entro le 18.

Il colore non deve essere identico a quello dell'abito indossato, questa direttiva non riguarda la sposa, naturalmente.

Ultima cosa da tenere a mente è che un cappello sotituisce a tutti gli effetti il velo, per questo motivo non deve essere tolto durante la cerimonia e le ospiti possono indossarlo anche durante il pranzo come parte integrante dell'acconciatura, facendo ben attenzione a non disturbare i commensali, nel caso il vostro gusto vi abbia fatto scegliere un accessorio importante per dimensioni.

Se è vero che sono i dettagli a fare la differenza, possiamo aggiungere che i dettagli per una sposa fanno il suo carattere, ne definiscono la personalità, sono così caratterizzanti da rendere unico un matrimonio; allora scopriamo quali sono i modelli del copricapo da sposa:

cappello a falde larghe vero e proprio status symbol negli anni passati, grazie al suo fascino intramontabile continua ad essere un accessorio glamour per le appassionate dello stile ricercato;

cappello a cuffietta ideale per essere indossato insieme con un abito stile impero, ha una vestibilità estrema perchè realizzato con fili elastici che si armonizzano bene a qualsiasi volto;

cappello con la veletta chic ed elegante, dal forte sapore retrò, le più audaci lo reinterpretano con perline, strass o pume di pavone.

Vi è venuta voglia di sotituire il velo col cappello?